“Herbarium e Variazione sul fiore” opere di Fernando ANDOLCETTI – Inaugurazione: sabato 10 aprile ore 18

“Herbarium e Variazione sul fiore” opere di Fernando ANDOLCETTI

Inaugurazione: sabato 10 aprile ore 18

Durata: dal 10 al 30 aprile 2010

Luogo: Studio Gennai via San Bernardo, 6 – Pisa

Orario: giorni feriali ore 17 – 19.30

Fernando Andolcetti, nato a Lucca nel 1930, vive alla Spezia. Artista, musicista concertista – è diplomato in pianoforte –, gallerista, si interessa di arti visive fin dagli anni cinquanta. Nel 1968 è tra i fondatori della galleria IL GABBIANO arte contemporanea della Spezia, di cui è tuttora Presidente.
La sua formazione musicale e artistica lo porta nelle sue opere a cercare l’interazione tra scrittura musicale, immagini e parole, nella loro essenza grafica, segnica e linguistica, caratteristica distintiva che diviene costante nel suo lavoro a partire dagli anni ottanta.
Dal 1961 a oggi ha tenuto oltre cinquanta mostre personali in Italia e all’estero. Numerosissime le partecipazioni a mostre collettive – tra le quali numerose mostre di Poesia Visiva – nazionali e internazionali, tra queste: XXII Biennale di San Paolo del Brasile nel 1994; Satie et l’Art, Galleria Municipale di Parigi nel 1996; Ascoltare l’immagine, Museo di Serravezza nel 1999; Il libro d’artista in Italia, Galleria d’Arte Moderna di Torino nel 2000; Fotoalchimie, Museo Pecci di Prato nel 2001; A Shriek from an invisible Box, Meguro Museum di Tokio nel 2002.
Le ultime mostre personali di rilievo alla Medialia Gallery di New York nel 2005, presso la Villa Maria, Quiliano e Villa Groppallo, Vado Ligure, Savona, a c. di SACS – Spazio Arte Contemporanea Sperimentale nel 2008 e alla galleria IL GABBIANO, a c. di Mario Commone nel 2008 e a c. di Lara Conte nel 2010.
Nel 2007 è tra gli ideatori e organizzatori, con Cosimo Cimino e Mario Commone, galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia, della rassegna Viaggio nella Parola, Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia e ha preso parte, tra le altre, alla mostra Camera 312 – promemoria per Pierre nell’ambito della 52° Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia, a c. di Ruggero Maggi, Milan Art Center, alla V Biennale del Libro d’Artista Città di Cassino, a c. di Teresa Pollidori, alla rassegna Tra-dizione. Percorsi sulla contemporaneità di immagini e parole – Terza rassegna di Arte Contemporanea a c. di Loredana Rea, Foggia, alla mostra ArteSegnoScrittura presso l’Archivio di Stato di Pisa, a c. dello Studio Gennai, Pisa e alle mostre nell’ambito di MIPP07 – Milano Provincia Poetica 2007, a c. di LOCUS, Milano.
Nel 2008, come già nel 2007, è invitato a partecipare all’antologia periodica “BAU” – Contenitore di Cultura Contemporanea n° 4+5, a Libri Oggetto. Mostra di libri d’artista, Pisa, Università degli Studi, Biblioteca di Filosofia e Storia, alla rassegna Tracarte / Unterpapier /Miedzypapiery. Rassegna internazionale di opere in carta, a c. di Loredana Rea, Foggia, Dresden (Germania), Wroclaw (Polonia), alla mostra inaugurale del “Museo della Carale Accattino” di Ivrea, La Parola mostra il suo corpo. Forme della verbovisualità contemporanea, alla rassegna Luoghi dell’Utopia, Viareggio, Villa Borbone, a c. A.C. BAU, alla mostra omaggio Jean Cocteau le joli cœur, al Palazzo delle Stelline, Milano, a c. del Centro Culturale Francese e al progetto Profondità 45 ideato e curato da Ruggero Maggi per Torino World Design Capital 2008, Palazzo Atena, Torino. Sempre nel 2008, con Cosimo Cimino e Mario Commone, galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia, ha curato presso il CAMeC – Centro Arte Moderna e Contemporanea della Spezia, da un’idea di Bruno Corà, la mostra antologica e la monografia Mauro Manfredi, La parola totale. Opere 1967-2004.
Nel 2009 è nuovamente invitato all’antologia periodica viareggina “BAU”, n° 6, alla nuova mostra del “Museo della Carale Accattino” di Ivrea Libertà nell’arte. Il punto di vista degli artisti verbovisuali, alla mostra 1000 artisti a Palazzo, Palazzo Arese Borromeo, Cesano Maderno, Milano, a c. di Luciano Caramel e alla mostra Roma Souvenir, la città e il verde, presso la Galleria d’arte Istituto Portoghese di Roma, a c. di Patrizia Rufini. Inoltre è tra gli ideatori e curatori e i partecipanti della mostra 21×36. Ventuno artisti per trentasei libri, a c. di Lara Conte, presso SAKROS arte contemporanea, Carrara e galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia.
Nel 2010 ha in programma personali oltre che alla galleria IL GABBIANO della Spezia e allo Studio Gennai arte contemporanea di Pisa, presso Marcantoni Arte Contemporanea, Pedaso, Ascoli Piceno.
A sua cura e con Cosimo Cimino e Mario Commone, galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia e Francesca Cattoi, è in corso di realizzazione, in occasione del quarantennale della galleria spezzina, il libro/catalogo La galleria IL GABBIANO arte contemporanea. 1968-2009. Quarantuno anni di ricerca artistica.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvatore Giunta | Dialettica delle ombre
libro e segnalibri – Inaugurazione Sabato 8 Giugno ore 18
Metamorphosis in glass
Cartaria2 & In Carta – Due Inaugurazioni Sabato 15 marzo 2014 – ore 18,00

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi